È qui ed ora che vorresti davvero essere?

Questo è un post che ho scritto un po’ di tempo fa in inglese, ma vorrei poterlo condividere anche con chi non conosce quella lingua, perché trovo che il concetto sia molto importante. Ho quindi deciso di adattarlo liberamente (visto che questa volta non sono solo traduttrice, ma anche autrice, ne ho pieno diritto!).

Ho scritto questo post circa un annetto fa e le cose sono molto cambiate da allora. Mi sento più matura, forse meno spavalda di quanto non fossi all’epoca. Ciò nonostante, rifarei le stesse cose che ho fatto e riprenderei le stesse decisioni, perché mi hanno portata qui, dove sono oggi, e hanno contribuito a rendermi la persona che sono. Ho scritto questo pezzo mentre ero bloccata nella routine noiosissima di un lavoro che non mi piaceva, in un ambiente pessimo, con persone che erano troppo diverse da me nel bene e nel male. È stata una grande esperienza, una da dimenticare, ma allo stesso tempo da ricordare, perché mi ha dato quello che io chiamo il kick. Se andasse tutto bene, non avremmo mai necessità di cambiare e non arriveremmo mai da nessuna parte. Il negativo, le persone che ci ostacolano e ci fanno venire la gastrite (ne so qualcosa, anni di gastrite cronica), quelli che proprio non sopportiamo, è a loro che dobbiamo dire grazie per essere, oggi, dove siamo.

pace-interiore.600x420.67524

Se potessi schioccare le dita ed esprimere un desiderio, dove ti piacerebbe essere?

Se la risposta non è “qui ed ora”, allora dovresti pensare seriamente a cosa vuoi fare con la tua vita, perché non sempre abbiamo tanto tempo quanto speriamo, e non mi riferisco solo alla morte, ma a tante altre esperienze o complicazioni che possono impedirci di arrivare dove vogliamo ed ostacolarci il cammino. Quando non abbiamo responsabilità o preoccupazioni, è più facile essere coraggiosi e imbarcarsi in avventure estreme, quindi, se appartieni a questa categoria, è tuo sacrosanto dovere fare di tutto per ascoltare il tuo cuore e lasciare che ti porti dove sei destinato ad andare, ovunque sia.

Immagina la tua vita fra dieci anni. Non ti porterá via molto tempo. Chiudi gli occhi e non pensare a niente. Lasciati guidare dalle sensazioni. Ti piace quello che vedi? Ora, fai la stessa cosa, ma con vent’anni. Adesso, immaginati quando sarai molto vecchio. Ti piace ancora quello che vedi? Come ti fa sentire?

albero - Christophe Kiciak

Adesso immagina di tornare bambino. Ti ricordi come volevi che fosse la tua vita una volta? Se sì, ottimo. Se no, sicuramente la tua risposta alla domanda sopra non è stata “qui ed ora”. Comunque sia, fai uno sforzo e ricordati che cosa ti sarebbe piaciuto diventare quando eri piccolo. Corrisponde all’immagine che hai adesso della tua vita fra dieci, venti o più anni? Se la risposta è sì, sei una persona molto fortunata. Se la risposta è no, sappi che sei ancora in tempo per cambiare le cose.

E sappi anche che, una volta spiccato il volo, la tua vita non sarà mai più la stessa. Ma, te lo garantisco, ogni giorno, che sia accompagnato da dolore, gioia, delusione, felicità, frustrazione o pace interiore, avrà sempre e comunque un senso.

original-6139-1-ita-it-trovare-la-pace-interiore-con-un-viaggio-nel-deserto-per-provare-emozioni-profonde-jpg.jpg

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.